Consulenza Internazionale per la Delocalizzazione
richiesta informazioni

Belgio - Modifiche alle imposte sul reddito persone fisiche

08/02/2012

Automobili aziendali. Attualmente il beneficio in natura imponibile in relazione alla messa a disposizione di un'auto aziendale è determinato dall'emissione di CO2 del veicolo, dal tipo di motore e dalla distanza percorsa tra abitazione e luogo di lavoro, mentre il valore dell'automobile non è stato un fattore ad influenzare il beneficio imponibile.

Secondo le misure adottate nell'ambito della legge finanziaria 2012, il beneficio in natura relativo all'uso di un'automobile aziendale sarà aumentato legandolo al livello di emissioni di CO2 e al prezzo di listino del veicolo. Il beneficio in natura continuerà ad essere determinato su base forfettaria, ma i dettagli dovranno ancora essere stabiliti. Non è ancora chiaro se i chilometri percorsi saranno considerati o meno.

Reddito da investimenti. Gli interessi derivanti da titoli di stato continueranno ad essere del 15% per i titoli finora emessi. I risparmi derivanti da depositi regolati saranno anche in futuro soggetti alla ritenuta alla fonte del 15% per la parte che supera la quota esente. L'esenzione per interessi fino a 1770 euro per contribuente continuerà ad essere disponibile alla fonte.
D'altra parte i contribuenti che percepiscono redditi da beni mobili (interessi e dividendi) superiori a 20.000 euro all'anno saranno soggetti ad un'imposta supplementare del 4% su tale tipo di reddito per la parte che supera questa soglia. Il reddito da beni mobili, al quale viene applicata la soglia in questione, non include interessi esenti da imposizione derivanti da depositi di risparmio regolati e da dividendi da liquidazione.

Per quanto riguarda la riscossione dell'imposta, esistono due opzioni. Il contribuente può permettere alla propria banca di informare le autorità dell'importo del reddito da beni mobili che ha percepito. In questo caso l'imposta del 4% non sarà ritenuta alla fonte ma dovrà essere pagata nell'ambito della determinazione del debito fiscale sulla base della dichiarazione dei redditi.
Se il contribuente non permette alla propria banca di informare le autorità dell'importo del reddito da beni mobili che ha percepito, l'imposta del 4% non è ritenuta alla fonte ed il rimborso di ogni importo eccessivo di imposta ritenuta (p.e. perché la soglia dei 20.000 euro non è stata raggiunta) dovrà essere rivendicato nell'ambito della dichiarazione dei redditi.

Contributi sociali sui redditi da lavoro autonomo. I contributi sociali dei lavoratori autonomi sono limitati, cioè non sono dovuti contributi per redditi professionali superiori a circa 75.000 euro. L'intenzione è tuttavia di aumentare il limite a 100.000 euro al fine di allineare i contributi sociali obbligatori al livello del reddito.

<< Back
Perchè entrare nel Network International? Scopri i vantaggi
Compila il seguente modulo e ti forniremo tutte le indicazioni di cui hai bisogno.



Dati societari